La forza del Dialogo

La forza del Dialogo

Laboratorio di Giorgio Lanza

 

Il seminario si presenta con un assunto semplice: gli attori e le attrici sanno veramente ascoltare?

Nell’ambito del nostro quotidiano si sta perdendo questa facoltà privilegiando, consciamente o no, il monologo al dialogo.

Nel nostro lavoro (il percorso attorale) è il dialogo che si propone come il fulcro centrale che innerva la rappresentazione.

Oggetto del laboratorio sono pertanto 6 dialoghi tratti dal repertorio dei principali classici universalmente riconosciuti. Gli attori e le attrici si confronteranno con i brani tratti dai testi scelti.

Costruiremo e approfondiremo pertanto i personaggi e svilupperemo all’ennesima potenza la capacità di ascolto. Scopriremo insieme quale sorprendente ventaglio di opportunità di lettura si offrano alle corde e alla sensibilità artistica degli interpreti.

Ogni dialogo si presenta con un titolo che identifica alcuni degli universali comportamenti umani: gelosia – invidia – vanità – ipocrisia – amore – seduzione.

Solo a titolo di esempio: vanità (Giacinta e Vittoria ne “Le smanie per la villeggiatura” di Carlo Goldoni), gelosia (Otello e Iago in “Otello” di William Shakespeare).

E’ gradito un colloquio preliminare individuale per conoscere ed esporre i reciproci intendimenti.

Quattro incontri al mese, di due ore ciascuno, a cadenza settimanale, per tre mesi consecutivi, per un totale di dodici incontri.

Previsto da febbraio 2022.

 

0 Title
Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy