Marco Gobetti

Home » Profiles » Marco Gobetti

Marco Gobetti

Creazione pubblica e teatro urbano

Si forma alla scuola di teatro “Sergio Tofano” diretta da Mario Brusa, è attore, autore e regista.
Nel 1997 recita ne “La confessione” per la regia di Walter Manfrè. Con artisti di diversa formazione artistica (legati al campo musicale, grafico, fotografico) fonda la compagnia “Il Barrito degli Angeli” che debutta nel 1998 con “La luna, bisogna crederci per forza” tratto da Cesare Pavese.
Dal 1995 al 2005 pratica il teatro di strada sui lungomare toscani e partecipa in qualità di narratore a due edizioni del Ferrara Buskers Festival e del Buskers Festival di Pelago (1997 e 1998).
Dopo “Io e Matteo” (2001) e “La Terra dei Miracoli” (2002), torna a collaborare con il regista Leo Muscato nello spettacolo “Romeo & Giulietta – Nati sotto contraria stella”. Continua intanto la sua attività di drammaturgo mettendo in scena i monologhi teatrali “Amore assalì il bestiame”, “In memoria di nonno Antonino”, “Il pasto” e “Il sogno di Cichinìn”.
Seguono altri monologhi quali “Voglio un pappagallo – Matthew Smith: il p(r)ezzo della vita di un uomo” e In-ec-cesso: “Una bomba per cintura” e l’atto unico “Lo stagno” in collaborazione con Anna Delfina Arcostanzo.
Nel luglio 2006 fonda il “Teatro Stabile di Strada”, con cui “tenta di contaminare il sistema teatrale, proponendo su strada, in modo autonomo, organizzato e frazionatamente stanziale, gli stessi spettacoli (soprattutto i monologhi) che già propone nei circuiti istituzionali”.
Nel dicembre 2007 riceve da parte della Regione Piemonte “il Premio per la valorizzazione delle espressioni artistiche di strada”, grazie alla sua attività con il Teatro Stabile di Strada.
Nel 2007 fonda la Compagnia Marco Gobetti.
Oltre che in teatro ha lavorato, fra tutti, nel cinema con G. Montaldo e in radio con S. Ferrentino e A. Gozzi.

Profile details